Il career counseling è uno strumento che può aiutare l’azienda a definire i progetti professionali delle risorse a maggior valore e realizzarli con successo.

I talenti non appartangono ad una specifica area aziendale, ma sono un patrimonio dell’intera organizzazione. Per questo è importante saperli valorizzare individuando dei percorsi di sviluppo che mirino a far sentire realizzato il professionista e riescano a trasformare il suo potenziale in performance.

Attraverso il career counseling l’individuo può riuscire a riconoscere con maggiore chiarezza le proprie risorse, attraverso l’ascolto attivo e una relazione empatica con un counselor.

I servizi di career counseling possono, quindi, inquadrarsi come interventi di orientamento alla carriera mirati alla definizione di un progetto di crescita professionale che parte dalla consapevolezza delle proprie risorse. D’accordo con l’organizzazione committente, naturalmente, sarà possibile strutturare questi percorsi di sviluppo anche tenendo conto delle esigenze aziendali e delle opportunità disponibili.

Questo percorso di orientamento e di sviluppo professionale risulta particolarmente efficace dato che oggi più che mai esiste una forte interazione tra la carriera dell’individuo e i suoi sentimenti di indecisione o i suoi pensieri autosvalutativi.

Il counseling può essere un valido alleato in quanto allena questa dimensione progettuale rispetto alla propria carriera, attraverso le domande giuste che consentano all’individuo di raggiungere la piena consapevolezza su:

  • dove si trova ora: sogni, aspirazioni, competenze, punti di forza, esperienze lavorative, vincoli, opportunità, alleati, aree di miglioramento, pericoli, paure; la riflessione su questi aspetti è naturalmente molto più potente se fatta con un counselor professionista;
  • dove vorrebbe arrivare: “tra 1 anni mi vedo…”; se le aziende hanno la cosiddetta vision, anche le persone dovrebbero avere una propria chiara visione dei traguardi che vogliono raggiungere; infatti, uno dei fattori prioritari per un buon orientamento professionale è la conoscenza di sé e il career counseling può aiutarti a svilupparla;
  • come fare per arrivarci: i punti di forza che possono aiutare il lavoratore, le competenze che deve ancora acquisire e il come acquisirle, i passaggi intermedi da realizzare nel percorso; questo avviene anche lavorando sui propri punti di forza e sulle aree di miglioramento, oltre che sulle competenze da sviluppare.

Per questo il counseling è molto più di una consulenza, ma un vero e proprio percorso di crescita professionale.

Related Posts

Leave a Comment

Scopri i Servizi alle Aziende!
Emozioni a lavoroConsapevolezza e leadership